Finora ci avete visitato in 28063.

FACEBOOK

NEW_BANNER

FORUM

Non ci sono ancora messaggi nel forum.

Mercatino Usato



I nostri figli crescono...........    
Per limitare la spesa reciproca, di abbigliamento e scarpe, chi vuole può portare il materiale ormai fuori misura, se in buono stato e non usa più, in segreteria al campo principale. Verrà poi destinato a chi ne farà richiesta, per una cifra simbolica da decidersi.
Grazie a tutti

P.S.
Usate anche il Forum.

"VAI MALE A SCUOLA? ALLORA NIENTE CALCIO!". MA FUNZIONA?

Storia

Era il 1971 quando l'allora U.S. Beccacivetta ottenne l'affiliazione
alla F.I.G.C. 
Ed ora, dopo più di quarantacinque anni, raccontiamo questo lungo percorso compiuto dal calcio locale.
 
Non tralasciamo di narrare anche le gesta dei primi protagonisti,
quelli che nel 1928 affrontarono il S. Giovanni Lupatoto nella partita che segnò l'inizio di questa storia.
O quelli del 1934 che parteciparono al torneo di Castel d'Azzano, prima manifestazione sportiva organizzata in paese.
Proprio in quella squadra del 1934 debuttò un giovanissimo Aldo Frinzi, personaggio carismatico e protagonista indiscusso di buona parte di questa lunga storia.
Non potevamo certo dimenticarci di lui, della sua passione smisurata per lo sport e di quanto ha saputo fare in favore del calcio locale.
Suo il merito di aver fatto sorgere la prima società calcistica del paese.
E sempre a lui va attribuito il merito per la realizzazione del primo campo sportivo, teatro per quasi vent'anni di tante battaglie, di derby infuocati e di tanti successi.
Era l'indimenticabile "Parrocchiale", un terreno a dir poco irregolare e pieno di sassi raccolti con grande sacrificio da dirigenti e giocatori.
Niente a che vedere dunque con il moderno impianto, utilizzato ora dalla società, realizzato alla fine degli anni ottanta ed oggi intitolato ad Ettore Padovani, il più celebre sportivo azzanese che fu campione italiano di corsa campestre nel 1941.

Come non parlare poi di Giovanni Frinzi, figlio di Aldo, che seppe tenere alto il nome di Castel d'Azzano negli anni Settanta ed Ottanta militando tra i professionisti.
Ma il calcio biancoazzurro (oggi biancorosso) non è solo questo, perché il calcio a Castel d'Azzano è sempre andato avanti grazie alla passione e ai sacrifici compiuti da presidenti, dirigenti, allenatori e giocatori. 
Ma il calcio dicevamo non è solo questo, ci sono anche le imprese di un settore giovanile che, negli ultimi trent'anni è riuscito a raggiungere per una ventina di volte le finali per il titolo provincíale, conquistandolo con gli Juniores negli anni Novanta.
 
Proprio ai giovani si ispira l'attuale dirigenza, quella che ha portato il Casteldazzano a sfiorare più volte lo storico salto in Promozione e che dedica al calcio locale ogni minuto del proprio tempo libero.
A questi dirigenti e al pressidente Tabarrini Giacomo, va il ringraziamento di tutto il paese per quanto hanno saputo fare e per quanto stanno ancora facendo. 

 

I nostri sponsor

Link utili

Talentkeeper - Portieri

RisToro

PURO DIVERTIMENTO

Meteo

Perché continui a pagare soldi per far fare Calcio ??

Il Calcio visto da un genitore che ha capito...:

Un amico mi ha chiesto "Perché continui a pagare soldi per far fare Calcio ai tuoi figli?"
"Beh, devo confessarvi che io non pago per far fare Calcio ai miei figli. Personalmente non può importarmi di meno del Calcio. Quindi se non sto pagando per il Calcio per cosa sto pagando?
Pago per quei momenti in cui i miei figli son così stanchi che vorrebbero smettere ma non lo fanno.
Pago per quei giorni in cui i miei figli tornano a casa da scuola troppo stanchi per andare al campo ma ci vanno lo stesso.
Pago perchè i miei figli imparino la disciplina.
Pago perchè i miei figli imparino ad aver cura del proprio corpo.
Pago perchè i miei figli imparino a lavorare con gli altri e a essere buoni compagni di squadra.
Pago perchè i miei figli imparino a gestire la delusione quando non ottengono la maglia che speravano di avere ma devono ancora lavorare duramente.
Pago perchè i miei figli imparino a crearsi degli obiettivi e a raggiungerli.
Pago perchè i miei figli imparino che ci vogliono ore ed ore ed ore di duro lavoro e allenamento per creare un calciatore, e che il successo non arriva da un giorno all'altro.
Pago per l'opportunità che hanno e avranno i miei figli, di fare amicizie che durino una vita intera.
Pago perchè i miei figli possano stare su un rettangolo di gioco anziché davanti a uno schermo....
Potrei andare avanti ancora ma, per farla breve, io non pago per il Calcio, pago per le opportunità che il Calcio da ai miei figli di sviluppare qualità che serviranno loro per tutta la vita e per dar loro l'opportunità di far del bene alla vita degli altri.
E da quello che ho visto finora penso che sia un buon investimento.
Un papà.

U.S.D. Casteldazzano - Piazzale degli Atleti, 1 - Castel d'Azzano - Verona - Tel 0458520668 
email:
segreteria@usdcasteldazzano.it  -  P.E.C.: usdcasteldazzano@pec.it

Sito generato con sistema PowerSport